fbpx

Museo Ghibli gattobus TotoroVuoi salire sul gattobus di Totoro? E’ meglio che il nome sul passaporto corrisponda a quello sul biglietto.
Che tu sia un fan di un anime specificò o di animazione in generale, il Museo Ghibli, che si trova nel quartiere di Mitaka di Tokyo, merita sicuramente una visita. Non solo ospita un sala proiezioni che proietta cortometraggi di Studio Ghibli che non si possono vedere in qualsiasi altro luogo, l’intero edificio e il giardino circostante sono pieni fino all’orlo di personaggi Ghibli e altri elementi di design ispirati dall’opera del famoso studio di animazione giapponese.
Tuttavia, ci sono una serie di regole che devono essere osservate per la visita al museo, che forse non è così sorprendente visto che è dedicata alle opere della società fondata dal regista Hayao Miyazaki, spesso soggetto a critiche per le sue scelte. Per esempio, è severamente vietato fotografare presso il museo, al fine di spingere gli ospiti a non trascorre tutto il loro tempo in posa per le foto invece di guardare gli oggetti esposti. Inoltre, per evitare il sovraffollamento, solo un numero limitato di biglietti sono messi a disposizione per ogni singolo giorno, che viene ulteriormente suddiviso in quattro tempi di ingresso, tra le 10 e le 16:00. Inoltre, i biglietti devono essere preacquistati, cioè il Museo Ghibli gestisce essenzialmente su un sistema di prenotazione.
I biglietti sono regolarmente tutti acquistati subito dopo si rendono disponibili, ma alcune delle persone che li comprano non sono motivati ​​da un amore per “Totoro” e “Ponyo”, ma semplicemente una passione per il denaro. Con la domanda di biglietti sempre alta, alcuni speculatori comprano il maggior numero di biglietti possibile, attendono il giorno migliore per vendere, per rivenderli a un prezzo più alto attraverso le aste on-line, intascando la differenza.
Questo non si sposa bene con la gestione del museo, per cui da luglio il Museo Ghibli chiederà ai visitatori di mostrare un documento di identità, come ad esempio un passaporto o patente di guida, all’ingresso. Se il nome sul documento non corrisponderà a quello della prenotazione che è stata inizialmente fatta, al possessore del biglietto non sarà permesso entrare.
Inoltre, il museo metterà in vendita una parte dei suoi biglietti per luglio e agosto, il periodo di vacanze estive giapponesi, attraverso un sistema di lotteria, che è stato impiegato anche nell’anno 2015. Per coloro che desiderano visitare il museo nel mese di luglio, le domande per la lotteria devono essere fatte tra le ore 10 del 25 maggio e le 23:59 il 31 maggio. I vincitori saranno informati via e-mail il 9 giugno, un giorno prima che le prenotazioni generiche vengono aperte, con la la possibilità per l’acquisto di un massimo di sei biglietti. Per coloro che desiderano visitare nel mese di agosto, saranno accettate le domande della lotteria tra il 25 e il 30 giugno, e i vincitori saranno contattati il 9 luglio.


0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi